Tradizioni regionali

Contributi

Siti che si occupano di piante spontanee in cucina

Preparazioni e prodotti tipici

Riteniamo di fare una cosa utile per i nostri visitatori con questa sezione che fa riferimento alle tradizioni regionali. Lo facciamo segnalando quelli che possono essere considerati “prodotti tipici” a base di piante spontanee e attraverso dei collegamenti a siti di interesse locale che svolgono sul tema l’importante funzione di conservazione e diffusione di questo particolare patrimonio della cultura immateriale. Strada facendo abbiamo verificato inoltre la necessità di aggiungere una sezione, denominata “contributi”, nella quale ospitare gli apporti e gli interventi a tema “locale” di cui ci stanno facendo gradito omaggio affezionati visitatori del nostro sito o persone che amichevolmente sono entrate in relazione con noi per via del medesimo interesse per l’ambito di cui ci occupiamo con questo sito. Gli autori degli articoli e dei brevi saggi che ospitiamo molto volentieri sono persone che, pur di formazione diversa, nutrono la loro attenzione per l’uso alimentare delle piante spontanee, professionale o amatoriale che sia, con lo stesso nostro piacere.

Come la gastronomia italiana altro non è che la somma e il mescolarsi di tradizioni e abitudini prettamente regionali, anche il tradizionale consumo alimentare di piante spontanee si riferisce al massimo a territori subregionali o, più spesso, ancor più delimitati nei loro confini territoriali. Si tratta quasi sempre di usanze veramente locali ed è solo da poco tempo, nell’ambito peraltro di una generale rivalutazione dell’uso alimentare delle piante spontanee - e complice l’estrema facilità di comunicazione - che avviene con frequenza lo scambio di esperienze distanti fra loro. Anche se forme di comunicazione a lunga distanza non sono mai mancate del tutto, anzi, piante ritenute commestibili in un territorio ristretto continuano ancora oggi a essere niente affatto utilizzate in altri contigui (e a maggior ragione in altre regioni). Tutto il discorso e i perché scivolano ovviamente su più consoni terreni antropologici e storici.

La scelta di utilizzare links ad altri siti ci è parsa opportuna per tutta una serie di motivi la cui spiegazione annoierebbe il visitatore. In ogni caso i collegamenti sono organizzati per regione e privilegiano siti che indicano le piante della tradizione alimentare locale e/o descrivono ricette e altre preparazioni. Si tratta quasi sempre in verità di sezioni o di singole pagine web ospitati in siti più ampi, correlati o finalizzati alla presentazione o alla promozione di un luogo o di un qualche suo aspetto particolare. Sempre più spesso però compaiono pagine relative a quest’ambito anche nei siti di enti di tutela e di sviluppo del territorio e soprattutto acquistano spessore e attendibilità le ricerche locali, attivate magari dagli istituti scolastici nell’ambito del loro ampliamento dell’offerta formativa e dei loro stessi programmi scolastici.

Altri siti qui suggeriti appartengono a organizzazioni ed associazioni botaniche o naturalistiche, o storiche locali o cultrici delle tradizioni, per i quali lo studio e la valorizzazione del proprio patrimonio culturale immateriale assume un significato e un valore fino a qualche decennio fa sconosciuto. Più raramente il riferimento è a siti di istituzioni scientifiche e culturali, anche se certo le informazioni in essi contenute sono più attendibili, ma per esse si rinvia all’apposita sezione.

Naturalmente sarebbe stato impossibile, e anche pressoché inutile, cercare di segnalare ogni singola pagina che poteva essere interessante. In molti casi le informazioni ricavate ci sono state utili (previa verifica) per la costruzione stessa di questo sito o anche solo per una nostra maggiore conoscenza, tanto da prevalere quasi sulla pure ormai abbondante letteratura cartacea. Limitiamo per questo le segnalazioni ai siti più ricchi di informazioni o a parer nostro più interessanti, dai quali non sarebbe stata di alcuna utilità, quando peraltro fosse stata possibile senza nuocere agli autori, un’operazione di copia e incolla. Le nostre segnalazioni sono quindi un invito ai visitatori ad approfondire l’argomento attingendo direttamente alle preziose informazioni messe in Rete da altri.

Siti regionali che si occupano di piante spontanee in cucina

Logo Abruzzo Abruzzo
www.micobotanica.it È il sito dell’Associazione Micologica Teatina e ospita, tra l’altro, ricette tradizionali a base di piante spontanee rielaborate da Maria Peroni
Logo Emilia-Romagna Emilia-Romagna
www.comune.berra.fe.it A Berra (FE) si svolge la Sagra mondiale del bruscandolo, nome dato in quell’area al luppolo (Humulus lupulus). Il sito del Comune dedica alla sagra ampio spazio dedicato alla pianta e alle ricette che la vedono come ingrediente principale.
Logo Friuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
www.parcodolomitifriuliane.it Il Sito offre nella sezione “Erbe in cucina” un elenco delle specie utilizzate nella tradizione del luogo.
Logo Lazio Lazio
www.villasantostefano.com Un vero e ricco portale sul paese della Ciociaria di Villa Santo Stefano. All’interno pagine interessanti, con ricette, riferite alle piante spontanee utilizzate nella cucina locale.
Logo Liguria Liguria
www.altavaltrebbia.net Dal sito – oltre all’indicazione della flora più significativa della zona - si accede al “Museo” di archeogastronomia di Montebruno, una raccolta di 24 tavole illustrate contenenti ricette di piatti della tradizione contadina, fra i quali non mancava l’uso di erbe spontanee.
Logo Lombardia Lombardia
www.floralpinabergamasca.net Il sito, oltre a molte interessanti sezioni sul tema proprio, ne ospita anche una curata da Mariuccia Porto e da altri soci che ha come tema LE ERBE NEL PIATTO e che riporta ricette con erbe locali
www.tortelloamaro.it È il sito dedicato alla specialità di Castelgoffredo (MN), il tortello amaro, che ha come base del caratteristico sapore l’erba San Pietro o amara (Balsamita major)
www.icponte.it Le erbe della memoria è una interessante ricerca condotta dagli alunni delle classi 3^A e 3^B della Scuola Media "M. Quadrio" di Ponte in Valtellina nel corso dell’Anno Scolastico 2005-2006. Oltre all’uso alimentare delle erbe spontanee anche storie, leggende e curiosità.
Logo Marche Marche
www.assms.it È il sito dell’ASSOCIAZIONE MICOLOGICA NATURALISTICA MONTI SIBILLINI. All’interno ha sezioni con un buon numero di schede dedicate alle piante commestibili, alle piante velenose e ai frutti di bosco.
Logo Piemonte Piemonte
www.fungoceva.it Il sito, curato dal Gruppo Micologico Cebano "Rebaudengo-Peyronel", è davvero ricco e interessante. Il gruppo organizza le GIORNATE MICOLOGICHE INTERNAZIONALI, appuntamento ormai cinquantenario. Nel sito si trovano descritti erbe e fiori del Cuneese e, per quello che più ci interessa, il recupero di antiche ricette a base di piante spontanee.
Logo Puglia Puglia
www.lampascione.it Il sito è interamente dedicato al lampascione (Muscari comosum), il bulbo che è quasi un simbolo della gastronomia pugliese a base di piante spontanee.
www.ceaparcodellegravine.it Sito di un progetto che “si prefigge di contribuire al recupero ed alla conservazione di una importante memoria storica, quella riguardante il millenario rapporto uomo-ambiente vegetale del versante occidentale della Terra delle Gravine”. Ospita schede delle piante della tradizione etnobotanica di quest’area della Puglia. Sito di un progetto che “si prefigge di contribuire al recupero ed alla conservazione di una importante memoria storica, quella riguardante il millenario rapporto uomo-ambiente vegetale del versante occidentale della Terra delle Gravine”. Ospita schede delle piante della tradizione etnobotanica di quest’area della Puglia.
Logo Sicilia Sicilia
www.dipbot.unict.it Dalla sezione su “Piante e tradizioni popolari” si accede all’ottima e approfondita ricerca del DIPARTIMENTO DI BOTANICA DELL’UNIVERSITÀ DI CATANIA sulle erbe commestibili del territorio etneo. La sezione, organizzata a schede, tratta delle erbe come risorsa alimentare con rigore scientifico, raccogliendo le specie anche secondo i termini dialettali in uso in diverse aree del territorio etneo. Non mancano il riferimento agli usi e indicazioni per la raccolta, unitamente a un’ampia bibliografia.
Affianca il tema dell’uso alimentare nella sezione anche quello delle “Tradizioni e piante nel Natale siciliano”, un’interessante trattazione con testi e foto di Angela Napoli.
www.isaporidisicilia.com Sito che ospita all’interno interessanti pagine sulle piante officinali dell’isola e su quelle della tradizione alimentare. Queste ultime contengono anche molte ricette.
www.nesos.org Sito dell’associazione Nesos che si occupa del patrimonio culturale e naturalistico delle Eolie. Ospita anche pagine dedicate alle tradizioni etnobotaniche delle isole, anch’esse trattate come “importante tassello del patrimonio culturale degli eoliani”.
www.scuoladusmetnicolosi.it Fra le molte pagine del sito dell’Istituto Comprensivo “Dusmet” di Nicolosi (CT) ci sono le pagine interessanti, frutto di un lavoro di ricerca degli alunni di molti anni fa, dedicate alle piante spontanee di uso alimentare della tradizione etnea.
Logo Toscana Toscana
www.capoliverionline.it Il sito è un vero portale dell’Isola d’Elba, denso di servizi e preziose informazioni. Ospita una interessante sezione che fa riferimento alle piante spontanee in cucina, basandosi sul lavoro degli alunni della Scuola Media di Capoliveri intorno al progetto ERBE UTILI.
www.gascalci.org È il sito del Gruppo di Acquisto Solidale di Calci (PI). Ospita all’interno una interessante sezione sulle erbe commestibili dei Monti Pisani.
www.comprensivopiazza.it Ospita le pagine della ricerca "Erbi boni, erbi degli streghi" svolta qualche anno fa dai ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado di Gramolazzo nel Comune di Minucciano (LU) affiancati da ricercatori esperti in etnobotanica
www.gol.grosseto.it Ipertesto realizzato dagli alunni delle classi terze dell'Istituto Comprensivo di Castiglione della Pescaia nell’ambito di un progetto scolastico finalizzato a conoscere meglio il territorio